COME COMBATTERE LA SCIATICA

da | Gen 16, 2020

Almeno una volta nella vita capita di chiedersi come combattere la sciatica.

All’improvviso un dolore lombare acuto in seguito anche ad un piccolo movimento sbagliato può scatenare un problema al nervo sciatico. Questo problema si manifesta con un dolore puntorio al gluteo, irradiazione alla coscia posteriormente e talvolta può arrivare ad estendersi anche sino alla caviglia.

Diventa quindi difficile stare seduti, stare in piedi troppo a lungo e trovare una posizione comoda per dormire; le normali attività quotidiane compresa quella lavorativa diventano difficoltose o a volte impossibili da svolgere; si può avere una sensazione di calore e/o intorpidimento a livello della coscia e  la sensazione di avere poca forza.

Il dolore è spesso acuto e invalidante e se è la prima volta che si presenta, risulta immediatamente preoccupante.

Può essere che qualcuno, in seguito ad accertamenti precedenti, sappia di avere un’ernia lombare che può essere effettivamente una tra le numerose cause del problema. Spesso il dolore al nervo sciatico può essere scatenato da abitudini quotidiane sbagliate.

 

 

In studio mi sento dire che ci si è alzati da letto senza problemi ma che è bastato chinarsi sul lavandino per lavarsi, per scatenare un dolore molto forte.

Non è però il singolo movimento che crea un problema, bensì una serie di comportamenti sbagliati che si vanno ad accumulare nel tempo.

Siamo fatti come un vaso:

ognuno di noi alla nascita ha una certa quantità di terra che rappresenta l’eredità genetica che ci portiamo dietro. Tutto quello che ci succede dalla caduta da bambino alla postura sbagliata in ufficio, finisce dentro a questo vaso. Il vaso è il nostro corpo che sino a quando riesce a compensare lo fa ma ad un certo punto il vaso trabocca ed iniziano i problemi.

Il forte dolore e l’incapacità di muoversi liberamente porta a consultare il proprio medico che deciderà se necessario fare accertamenti. Solitamente in fase acuta il problema viene trattato con antinfiammatori ma ci vogliono comunque parecchi giorni perchè si ritorni ad una condizione discreta.

In passato si diceva che in fase acuta non si potevano fare terapie fisioterapiche. In realtà una volta coperti da una corretta terapia farmacologica, quindi appena la persona riesce a recarsi in studio, la fisioterapia può aiutare ad arginare il problema in tempi più brevi. Oggi inoltre esistono terapie strumentali che possono non dare le famose riacutizzazioni fisioterapiche.

https://www.nicolettaferrarifisioterapista.it/terapie-strumentali-parma/

 

COS’E’ LA SCIATICA E COSA LA PROVOCA

La sciatica inizia per un’infiammazione del nervo sciatico che è uno dei più grossi del corpo.

Questo nervo si può infiammare per molte ragioni e tra le più comuni ci sono delle degenerazioni del disco morbido che c’è tra due vertebre. Il disco può appiattirsi e allargarsi andando a schiacciare ciò che ha vicino perchè nel corpo umano non ci sono vuoti da riempire e quindi per forza, quando c’è un cambio di forma di una qualunque struttura, quello che gli sta vicino viene schiacciato. A livello lombare passa proprio il nervo sciatico.

A volte la causa è una vera e propria ernia.

Molti vorrebbero sapere subito se ce l’hanno e smaniano per fare accertamenti ma non sempre gli accertamenti sono necessari perchè nella maggior parte dei casi, sapere di avere un’ernia, una degenerazione discale o una condizione artrosica non cambia ai fini del trattamento.

Ci sono anche ernie che vengono scoperte per caso, che magari uno ha da anni e che non danno sintomi!

Deve necessariamente essere il tipo di sintomi che guida il medico alla richiesta di accertamenti e non la paura del momento.

https://www.fisioterapiaitalia.com/blog/nervo-sciatico-infiammato-cause-e-rimedi/#blocco875

 

 

COSA FARE PER COMBATTERE LA SCIATICA

Ci sono comunque accorgimenti per combattere la sciatica, che possono essere messi in atto anche a casa, fin dai primi giorni.

Innanzitutto si può avere un discreto sollievo stando coricati con almeno 3 cuscini sotto alle ginocchia. Questa posizione è di scarico per la colonna lombare e ha un effetto antalgico nella maggior parte dei casi.

Se si ha in casa una fascia lombare può essere molto utile nella gestione dei primi giorni che sono sempre i più difficili.

A proposito della fascia lombare bisogna sfatare alcuni luoghi comuni: molti hanno sentito dire che se ci si abitua alla fascia lombare poi non si può più stare senza. E’ vero solo in parte.

Se portata per 2-3 giorni consecutivi in realtà non crea nessun tipo di problema. Hai mai portato un gesso? Ci vogliono almeno 15 giorni perchè un muscolo perda la propria consistenza e non certo 2-3. La fascia è quindi uno strumento molto utile per sostenere la colonna in un momento di difficoltà e permettere di muoversi limitando il dolore.

Non appena i movimenti diventano un pò più semplici si possono iniziare a fare dei semplici esercizi in condizione di assoluta sicurezza.

Dato che con molta probabilità può essere dificile sdraiarsi su un materassino a terra, si può raggiungere un compromesso e mettersi sul proprio letto. Uno degli esercizi più semplici è quello di portare entrambe le gambe verso il petto, abbracciarle e dondolare lateralmente e in modo dolce. In questo modo ci si può fare un piacevole automassaggio al tratto lombare dolorante.

Inoltre può essere molto utile fare un esercizio di respirazione lombare. Sempre posizionati a pancia in su e con le gambe piegate, bisogna fare delle respirazioni profonde cercando di gonfiare la pancia il più possibile, come se contenesse un pallocino. La pancia si gonfia quando si tira dentro l’aria e si sgonfia quando si butta fuori. Questo semplice esercizio aiuta a mobilizzare la colonna in modo dolce utilizzando l’azione del diaframma;  il diaframma infatti si attacca posteriormente alla colonna lombare e semplicemente respirando profondamente la mobilizza.

,,oPersonalmente sarei già contenta se una persona arrivasse in studio dicendo che ha svolto questi semplici esercizi per combattere la sua sciatica. Credo sia inutile dare tante indicazioni diverse se poi non vengono eseguite per paura di sbagliare o di riprovare dolore.

 

Perchè, diciamoci la verità: chi ha un attacco di sciatica, non appena inizia a stare meglio, ha il terrore che il movimento possa far ripresentare il dolore acuto e tende a muoversi il meno possibile!

Non muoversi non è mai un’idea brillante: bisogna solo imparare a farlo nel modo giusto!

 

A questo punto è bene che intervenga un fisioterapista che può dare indicazioni per gli esercizi più corretti, personalizzandoli per combattere la sciatica e far passare la paura del movimento.

La fisioterapia è quindi un aiuto indispensabile per combattere la sciatica perchè il fisioterapista non fa solo i massaggi!!

Il fisioterapista fa una valutazione funzionale e in base a quella stabilisce, in accordo con il paziente, un percorso terapeutico per far passare il dolore il più velocemente possibile, diminuendo l’uso di farmaci e insegnando poi tutto ciò che serve per non andare incontro a nuove riacutizzazioni e magari, se lo ritiene necessario, può fare anche un massaggio!

Vuoi essere avvisato sulla tua mail quando pubblico articoli e informazioni nuove che potrebbero interessarti?

COME COMBATTERE LA SCIATICA

Almeno una volta nella vita capita di chiedersi come combattere la sciatica. All'improvviso un dolore lombare acuto in seguito anche ad un piccolo...

IONORISONANZA CICLOTRONICA – QUEC PHISIS

Quec Phisis (Quantum electrodynamic coherent phisis) è un elettromedicale in grado di trattare numerose condizioni dolorose.

Gambe pesanti e gonfie

  LA SERA HAI SPESSO GAMBE PESANTI E GONFIE? TENDONO A FARTI MALE? Innanzitutto sarebbe bene consultare il medico di base. Sarà lui il primo a...

Curare il linfedema

CURARE IL LINFEDEMA: questo sconosciuto!! Per definizione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità il linfedema è una patologia cronica,...

Come riconoscere e curare dolore al collo: quando preoccuparsi e quando no.

Dolore al collo: prima o poi capita a tutti capita di averlo. Spesso si tratta di tensione ma alcune volte può essere un fastidio più intenso che...

Scenar terapia per alleviare dolore

La terapia Scenar trova applicazione come unica soluzione o abbinata ad altri trattamenti in numerosissime patologie che provocano dolore, infatti,...

Terapia vascolare Bemer

La Terapia vascolare Bemer è una procedura scientificamente provata che, utilizzando segnali di stimolazione, agisce sul microcircolo al fine di...

Mal di schiena: sintomi, cause e rimedi

Quali sono i sintomi del mal di schiena, oltre al dolore Molto spesso si soffre di mal di schiena, anche senza avvertire dolore localizzato al...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi informazioni

Accettazione Privacy