Dott.ssa Nicoletta Ferrari Fisioterapista a Parma

Mi chiamo Nicoletta Ferrari e faccio la fisioterapista dal 1995. Svolgo la mia attività a Parma, nel comune di San Secondo Parmense, e sono specializzata nella cura dei disturbi muscolo scheletrici e nel trattamento dei problemi linfo venosi.

Da sempre valuto e gestisco il dolore dei miei pazienti secondo metodiche che tendono al riequilibrio della persona.

Nel tempo il mio modo di lavorare si è diversificato diventando strada facendo piuttosto unico.

A tecniche di fisioterapia tradizionale affianco elettromedicali innovativi e tecniche osteopatiche energetiche e viscerali.

Ogni persona per me è unica e le dedico il tempo necessario per comprendere il problema per il quale viene in studio. Stabilisco e discuto quale può essere il percorso migliore sia per efficacia che per velocità di risultati cercando di andare incontro a particolari esigenze.

Ritengo poi che ogni persona debba essere elemento attivo nel mantenimento del proprio benessere e ogni trattamento comprende una parte di”educazione fisioterapica” alla quotidianità.

Cerco di adeguarmi alle esigenze di chi mi contatta perché prendersi cura di sé non sia un peso in più nella routine quotidiana.

Nicoletta Ferrari fisioterapista

Metodo di lavoro

Come fisioterapista chiedo alla persona delle informazioni di base sullo stato di salute attuale e pregresso. Chiedo che lavoro fa per capire che tipo di postura viene mantenuta a lungo durante la giornata.

Eseguo poi una valutazione funzionale delle strutture anatomiche maggiormente interessate dal problema e dell’apparato muscolo scheletrico in toto.

Per capirci: se venite per un dolore al collo, io guardo tutta la vostra colonna vertebrale!

La valutazione mi permette di stabilire se posso inserire in trattamento la persona che ho davanti o se devo inviarla dal medico per ulteriori accertamenti.

Solo a questo punto imposto il trattamento che ritengo più idoneo e non sempre è il massaggio!!

Mi piace avere dei risultati veloci anche se affrontando problematiche presenti da molto tempo, occorre avere un pò di pazienza in più.

Il corpo è una macchina meravigliosa che ammortizza fin che può! Quando non riesce più a compensare ciò che gli succede, inizia a farsi sentire. Spesso i problemi di carattere fisioterapico si instaurano nel tempo e hanno poi bisogno di tempo perchè si possa ritornare in condizione di discreto equilibrio.

Eseguo trattamenti fisioterapici e terapie strumentali solo dopo aver valutato la persona in modo accurato.

Il fisioterapista è una figura sanitaria e considera la persona nella sua totalità compreso lo stile di vita generale.

Spesso è necessario lavorare anche su educazione al movimento, sulla consapevolezza delle proprie condizioni e viene richiesta alla persona una partecipazione attiva al trattamento.

In pratica è facile che vi ritroviate con dei compiti da fare a casa! Non spaventatevi però: sono una sostenitrice di poche indicazioni ma di qualità. I compiti quindi sono sempre pochi!

Come fisioterapista inoltre non lavoro solo sui dolori ma cerco di prevenirli tramite il mantenimento della mobilità funzionale, lavoro sulla gestione delle malattie croniche e sull’educazione dei pazienti anche in condizione lavorativa.

Ritengo molto importante che si instauri tra me e il mio paziente un rapporto empatico!

Un medico-insegnante durante il mio percorso di studi, disse una frase che mi colpì molto e che nel tempo ho scoperto essere un elemento indispensabile di ogni trattamento: “Non bisognerebbe prescrivere la terapia ma il terapista!”.

E’ proprio così! Occorre che chi accede allo studio si senta disposto ad affidarsi, che ci si scelga reciprocamente e che si instauri quel rapporto di reciproca fiducia che permette di superare insieme intoppi e ostacoli che qualche volta si incontrano nel percorso riabilitativo.

In pratica potete aver scelto il migliore fisioterapista al mondo ma se non vi sentite in sintonia, se non vi sentite in buone mani, meglio cambiare perchè le tecniche sono importanti ma il sentirvi a vostro agio lo è altrettanto!